autori · gay romance · guest post · MM · MM romance · Senza categoria

Guest post – C. K. Harp

Buongiorno a tutti!

Riprendono gli appuntamenti spotlight dedicati alle mie colleghe autrici. Oggi ho il piacere di ospitare C. K. Harp con il suo ultimo romanzo edito Triskell Edizioni, “Collapse” serie “Enigma” volume 2. Continuate nella lettura per scoprire tutte le info e leggere un invitante estratto 🙂

cover500

Trama:

Dre Walker è finalmente uscito dall’incubo: Jack è morto e lui è stato tratto in salvo dall’uomo che ama. Tutto sembra essere perfetto, se non fosse per i sogni ricorrenti che lo costringono non solo a fare i conti con ciò che ha vissuto, ma anche con ciò che è emerso dal rapimento: la sua vita è una farsa, il suo passato anche. La vicinanza di Clancy è d’aiuto, ma non basta, e tutto precipita nel momento in cui un serial killer torna a scuotere la tranquillità di Melbourne e la vita del detective.Il loro futuro sembra compromesso, così come la loro incolumità: il serial killer è all’opera e il suo messaggio per Clancy è solo l’inizio di un incubo che sembra affondare le radici in un passato remoto…

Ecco a voi un piccolo estratto:

“Sono l’uomo che non arresterai mai, il fantasma che aleggia su una città perduta, dove i miscredenti conversano e i deviati vivono. Sono l’essere superiore che ha il potere dell’Apocalisse, colui che si risveglia da un lungo sonno ogni tre anni. Sono l’entità che dispenserà giustizia, la mano del fato che agirà con sapienza. Cinque uomini pagheranno, ma non sei. C’è una falla, detective, e il tuo passato torna. C’è un morto che non è morto, detective, e la tua pazzia esplode. Puoi cercarmi, ma non trovarmi. Puoi fiutarmi, ma non vedermi. Eri a un passo, lo sei sempre stato, eppure…”

«Non…»

Le mani gli tremavano, lo vedeva dal foglio che vibrava nell’aria, e il sudore gli imperlava la fronte. Più leggeva quel messaggio, quella lettera, più ricordi soffocanti di ansia e paura lo sommergevano. Ma non erano più sentimenti rivolti a se stesso, alla propria incolumità. Dre aveva paura per Clancy. Perché l’assassino sapeva chi era, perché lo stava sfidando, perché gli parlava di un passato. E quel passato a Dre metteva più apprensione che tutto il resto. Ovvio, era un coglione, e la sua testa aveva registrato solo un dubbio, solo uno. Impossibile, certo, ma…

«Quella è solo la punta dell’iceberg,» commentò Clancy, quasi leggendogli nella testa, e Dre alzò lo sguardo giusto in tempo per vedere il detective giocherellare col pacchetto di sigarette. Era più grave, molto più grave di quanto lui stesso aveva pensato.

«Tolto che l’immagine di un piede smangiucchiato dalla cancrena non è un bello spettacolo di prima mattina,» disse Dre, leccandosi le labbra con una smorfia di disgusto, «ma… hai ricominciato a fumare?» A dire il vero non gliene fregava un cazzo se Clancy fumava qualche sigaretta al giorno, il problema era ciò che quel gesto significava per lui. Certo che le nuove fotografie che l’Amministrazione aveva deciso di utilizzare per sensibilizzare i cittadini a smettere di fumare facevano davvero schifo. Per non parlare dei prezzi allucinanti che avevano raggiunto.

«Sto riflettendo se iniziare o no, e adesso mi sembra un buon momento per ricominciare a fare il coglione, Dre,» replicò Clancy, senza guardarlo in faccia. Lo aveva chiamato Dre. Continuava a chiamarlo Dre da quando era rientrato. La faccenda si faceva sempre più inquietante. E se il dubbio che aveva iniziato a insidiarsi, e annidarsi, nel suo cervello fosse corrisposto a verità, cosa avrebbe fatto? Come avrebbe reagito?

Link di acquisto – Store Triskell

Link di acquisto – Amazon

Link di acquisto – Kobo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...